mercoledì 9 aprile 2008

Oggi mi è tornato alla mente...


che le dalie (queste che ho fotografato sono alla finestra di Daria) erano i fiori che mia
nonna aveva nel suo orto/giardino, insieme a gladioli e altri fiori che crescevano allo scopo di finire sulle tombe dei cari estinti.
Quando io ero piccola, circa 40 e più anni, nella campagna della pianura padana non esistevano negozi per la vendita dei fiori, per cui chi possedeva un pezzetto di terra ne faceva orto ed in mezzo alla verdura seminavano anche i fiori.
Come sempre i contadini facevano di necessità virtù.
Io non possiedo il pollice verde, sono proprio negata ( Daria me lo fa notare spesso) mentre mia mamma riesce a far fiorire il bastone della scopa, forse il fatto che io sia stata trapiantata in città, dove non possedavamo neppure un balconcino mi ha segnato?
Mi piacciono i fiori, mi piace ammirarli nel loro abitat, come dico spesso una pianta se entra in casa mia, quando mi vede preferisce suicidarsi!
Per cui mi accontento di quelli recisi, per rallegrare la casa.
E sì questi piccoli fiori che ricordano il sole mi hanno riportato ai giorni della mia infanzia quando d'estate correvo spensierata con i miei cugini in mezzo ai prati, quando mi trascinavano a spigolare e le zanzare ed i tafani mi divoravano, già... prelibato banchetto quella pallida cittadina dalla pelle tenera; che alla sera veniva ricoperta di pomata Fargan.
Ancora adesso una puntura di zanzara mi procura gonfiori incredibili... ho trasmesso l'allergia persino a mia figlia.
Ma nonostante i fastidiosi insetti, non avrei mai rinunciato alle mie estati calde nella campagna padana, con tutti gli zii, i nonni e gli amici che benchè ero "diventata cittadina" non mi hanno mai fatta sentire diversa o inferiore per la mia goffaggine... bella famiglia.
Sono fortunata, ma non diciamolo forte perchè gli dei potrebbero averne invidia!
Buona notte.... e sogni d'oro.

1 commento:

zeldaswitch ha detto...

Che bei fiori!
complimnti cara....oggi da noi invece era inverno pieno...che angosciaaaaaaaa
bacine mia cara adorata Milenaaaaaa